Genetica Mendeliana

In questa sezione sono raccolti tutti gli esercizi che hanno a che fare con l’eredità di tipo mendeliano, con alberi genealogici, domande a risposta multipla e quiz di vario genere.

.

Genetica Batterica

In questa sezione sono raccolti gli esercizi che riguardano il mondo dei batteri e dei batteriofagi: esercizi di coniugazione interrotta, cotrasduzione, ricostruzione delle mappe genetiche di fagi e batteri, mappatura per delezione e così via.

Genetica delle popolazioni

In questa sezione sono raccolti tutti gli esercizi che riguardano la genetica delle popolazioni: calcolo delle frequenze alleliche e fenotipiche, test del chi quadro e molto altro ancora.

Mappe genetiche

Mappe genetiche, la sezione che raccoglie gli esercizi su analisi di linkage e tutto ciò che ci consente di posizionare un gene, un marcatore o chissà cos’altro lungo la sequenza di DNA di un organismo. Comprende esercizi di mappatura di batteri ed eucarioti.

Drosophila Melanogaster - SOS Genetica

Associazione Genetica

In questa sezione sono riportati tutti gli esercizi riguardanti il fenomeno dell’associazione fra geni. Il fenomeno della ricombinazione, gli incroci a tre punti, l’interferenza, verifica delle ipotesi tramite il LOD score fanno tutti parte di questa categoria di esercizi.

Video Tutorials

In Questa sezione è raccolto il materiale video didattico prodotto dallo staff. Curiosità, esperimenti famosi, spiegazioni dei principali aspetti della genetica rientrano tutti nella categoria dei video tutorials. Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale youtube per ricevere tutti gli aggiornamenti!

35 Comments

  1. ciao a tutti, non riesco a risolvere un esercizio mi aiutereste per favore? Grazie
    l’esercizio è:
    Qual è la probabilità di avere un figlio che fenotipicamente somigli a uno dei due genitori nei seguenti casi?
    AaBbCcDd x aabbccdd

    Aabbccdd x AABBCCDD

    • Salve, avrei bisogno di una mano per risolvere questo esercizio:
      ”Il gene A può esistere in due forme alleliche, A1 e A2, che sono codominanti. In una popolazione di 1000 individui A1 ha una frequenza del 30% mentre in un’altra popolazione di 2000 individui l’allele A1 ha una frequenza del 50%. Se le due popolazioni si uniscono, in quale generazione si raggiungerà l’equilibrio? All’equilibrio quale sarà la frequenza dei tre genotipi del gene A?”

      Grazie mille.

  2. Ciao Rita.
    Dunque, nel caso del primo incrocio ci dobbiamo focalizzare sul primo individuo, in quanto il secondo è ININFLUENTE ai fini della determinazione del fanotipo del nascituro. Quante combinazioni di fenotipi sono possibli in quest’incrocio? se n= numero di geni e se per ogni gene esiste una forma dominante e una recessiva le possibilità sono 2^n (2 elevato alla n). nel nostro caso le combinazioni presenti nei gameti sono 16, e in 2 casi su 16 avrai un figlio fenotipicamente somigliante ad uno dei due genitori: nel primo caso il hai un gamete ABCD del primo individuo che si combina con un gamete abcd del secondo; nel secondo caso hai un gamete abcd X abcd del secondo individuo.

    Andiamo al secondo esercizio. In questo caso, osserviamo bene i due individui, partendo dal secondo. Egli contribuisce con soli gameti ABCD, quindi un individuo figlio di un tale genitore sarà sempre FENOTIPICAMENTE ABCD, non importa con quale gamete contribuisca il primo individuo!!
    In questo incrocio hai quindi il 100% di probabilità che il figlio nato dall’inrocio sia FENOTIPICAMENTE somigliante a uno dei due genitori (il secondo).

    Un saluto MB

  3. ciao a tutti
    a breve avrò un esame di genetica e ancora mi perdo con alcuni esercizi. potreste aiutarmi a risolverli? grazie mille davvero
    i geni non concatenati N Q R sono coinvolti nello sviluppo del cervelletto, svolgono funzioni simili e parzialmente sovrapposte. l assenza di questi geni comporta il mancato sviluppo del cervelletto. gli allelei N Q R sono dominnati su quelli non funzionali n q r. data la sovrapposizione di funzioni basta un singolo alelle dominnate per ottenere lo sviluppo del cervelletto.
    nell incrocio Nn Qq Rr x Nn Qq rr che proporzione di animali non avrà cervelletto?
    se invece i loci N q SONO CONCATENATI TRA LORO MA INDIPENDENTI DA R QUALI FREQUENZE SI OTTENGONO?

  4. Ciao Alessia!

    Ragioniamo in questo modo: qual è l’unica combinazione per la quale i nascituri non svilupperanno il cervelletto?

    L’unico genotipo che corrisponde al mancato sviluppo del cervelletto è:

    nnqqrr

    che proporzione di animali avrà questo genotipo?

    Pensiamo a ciascun gene separatamente e calcoliamo la probabilità che una segregazione di quel singolo gene porti a un individuo recante due alleli recessivi.

    Partiamo dal gene N: l’incrocio è fra Nn X Nn; la probabilità che la progenie erediti nn è pari ad 1/4.

    Stesso ragionamento per il gene Q, l’incrocio è fra due eterozigoti Qq x Qq; la probabilità che la progenie erediti due copie dell’allele recessivo q è sempre di 1/4.

    Per quanto riguarda R, abbiamo un incrocio fra Rr x rr, la probabilità in questo caso di trasmettere alla progenie due copie recessive dell’allele r è di 1/2.

    A questo punto dobbiamo calcolarci la probabilità che i tre eventi avvengano contemporaneamente, e che perciò la progenie sia nnqqrr.

    Essendo eventi INDIPENDENTI FRA LORO, la probabilità che si verifichino contemporaneamente è data dal Prodotto delle probabilità di ciascun evento.

    Nel nostro caso avremo P 1/4 * 1/4 * 1/2 = 1/32

    Fra poco risponderò alla seconda parte del tuo esercizio..

    Marco

    • Grazie Marco davvero gentile
      Avevo risolto anche io L esercizio così ma il libro dava un altra soluzione perché dava nel testo questo incrocio Nn Qq Rr x Nn Qq rr quando risolveva invece Nn Qq Rr x Nn Qq Rr X questo non tornava.
      Il mio dubbio comunque resta sulla seconda parte dove non so davvero dove mettere le mani..
      Grazie e

  5. Per quanto riguarda la seconda parte del tuo esercizio, non so darti una risposta precisa. O meglio, so che le informazioni sono parziali. Questo perchè quando si parla di geni concatenati dobbiamo necessariamente conoscere la loro configurazione e soprattutto la loro distanza di mappa. Se il tuo prof per “concatenati” intende inscindibili, ossia talmente vicini che è impossibile che ricombinino possiamo azzardare una risposta, altrimenti ci servirebbe per forza la distanza fra i due loci in modo da poterci calcolare le frequenze di ricombinazione.

    Comunque, sia, qualora per geni concatenati intendesse “che non assortiscono mai indipendentemente” possiamo rispondere che solo se questi geni sono in configurazione cis avremo una certa percentuale di individui senza sviluppo del cervelletto è questa sarebbe pari ad 1/4 (di avere genotipo nnqq) * 1/2 che venga ereditato anche “rr”= 1/8

    E’ il massimo che posso fare con questi dati a disposizione. Prova a chiedere al prof e fammi sapere come va 🙂

    un caro saluto,
    Marco

    • ciao marco,
      non capisco come arrivi a determinare che nnqq è 1/2 e rr 1/4… credo di essermi persa, che incrocio sarebbe?
      ps: il prof nell esercizio diceva: se assumiamo che i loci N Q siano strettamenet concatenati (ricombinazione=0) fra di loro (nelle fasi NQ nq rispettivamente) ma indipendenti da R quali frequenze abbiamo? queste info possono aiutarti per capire se è correto ?

  6. Alla luce di questi nuovi dati posso risponderti 😛

    Allora. scriviamo il genotipo di entrambi i genitori, questa volta uniamo i geni N e Q.

    per cui gli individui hanno:

    NQnq Rr X NQnq Rr (assumo la traccia come l’hai corretta nel precedente commento)

    A questo punto per farti tornare i calcoli devi immaginarti un quadrato di Punnett e considerare i geni NQ come se fossero un’unica entità. avrai NQ nq X NQ nq ..

    la probabilità che la progenie erediti due copie di nq e che sia quindi omozigote recessiva per i due geni è pari ad 1/4. (altre combinazioni sono: 1/4 NQNQ, 2/4 NQnq)

    che probabilità abbiamo che la progenie erediti due copie di “rr”? se gli individui sono Rr X Rr, anche qui la probabilità è di 1/4

    Ancora una volta, per rispondere alla domanda dobbiamo calcolare la probabilità che due eventi indipendenti si verifichino, ossia calcoliamo il prodotto delle due singole probabilità

    Il risultato è di 1/8

    Saluti
    Marco

    • ciao marco grazie adesso ho capito tutto!
      l incrocio però era per il gene R Rrxrr e quindi viene 1/2 la probabilita di avere da questo incrocio rr. e così il risultato finale viene 1/4 nnqq per 1/2 rr = 1/8 altrimneti per come lo hai scritto tu ovvero RrxRr la probabilita di avere rr è come scrivi 1/4 e dunque la probabilità finale è 1/4 per 1/4= 1/16 e non 1/8.
      spero risponderai presto al secondo esercizio che ti ho inviato via mail.

  7. salve, non riesco a risolvere questo problema…

    nel pomodoro i geni D e P sono concatenati a 7 u.m di distanza. il gene D determina l’ altezza della pianta D pianta alta, d pianta nana. Il gene P determina il colore delle foglie P foglie verdi e p foglie gialle . quale progenie si ottiene dall’incrocio di una pianta di linea pura alta a foglie verdi con una pianta nana a foglie gialle? se un individuo della F1 viene reincrociato con un doppio omozigote recessivo , quali saranno le classi fenotipiche della progenie e la loro rispettiva frequenza? grazie mille

  8. Ciao!
    Io ho dubbi su CIS e TRANS. Quando ho i genotipi della madre e del padre (per esempio AaBb x aabb) e sono associati (non completamente), come faccio a capire se per calcolare la loro progenie devo considerarli in CIS o TRANS? Grazie

    • Lo puoi capire dai risultati della progenie. di solito negli esercizi ti danno i risultati dell’incrocio ed in base ai risultati numerici stabilisci se i geni sono in configurazione cis o trans. esempio se nel tuo incrocio su 200 nati ottieni 80 AB, 80 AB 20 Ab e 20 aB, sai che i geni sono in cis.

  9. Salve a tutti, avrei bisogno Di un aiuto con un esercizio.
    Quante donne omozigoti malate di Emofilia A, dovrebbero vivere in Italia ( 60 milioni di abitanti ) se la frequenza di maschi malati è 1/10000?
    Ho ragionato così: questa è una malattia sessuale recessiva per cui MASCHI MALATI=q =1/10000 su 60000000 quindi:
    FEMMINE MALATE=q^2=(1/10000)^2?

  10. Salve, avrei bisogno di un aiuto con questo esercizio
    1) Quante donne omozigote, malate di Emofilia A, dovrebbero vivere in Italia ( 60 milioni di abitanti) se la frequenza di maschi malati è 1/10.000?

  11. Ciao a tutti, sono in erasmus in spagna e devo fare un esame di genetica… mi farebbe piacere condividere questi problemi!!! La lingua è abbastanza intuitiva, quando non lo sarà oriverò a tradurre parole piu difficili! saluti

    Análisis genético en diplontes Análisis genético en diplontes
    Problema Dp1
    El color del pelaje de cierta especie de mamíferos roedores está determinado por la acumulación de pigmentos
    sintetizados en las células de la epidermis. En la figura, se muestran los dos últimos pasos de esta ruta
    implicados en la conversión de un precursor incoloro, en un pigmento amarillo (reacción catalizada por el
    producto del gen A) y de este en otro de tonalidad marrón (catalizada por el producto del gen M).
    Recientemente se ha descubierto un tercer gen (gen S) cuyo producto actúa como activador del gen A. En
    ausencia de este producto regulador el gen A no se transcribe.
    Los análisis genéticos realizados sobre estos tres genes han determinado que los genes A y M están situados
    en el mismo cromosoma a una distancia de 12 um aunque separados por el centrómero. El gen S esta en la
    región diferencial del cromosoma X (ver figura)
    Existen tres alelos (a, m y s) de los genes A, M y S que son incapaces de producir los productos
    correspondientes. A los alelos funcionales se les denomina A, M y S.
    Indica en A el color del pelaje de los siguientes genotipos de hembras: AAmmSS; aaMMss; Aammss
    Hemos cruzado una hembra homocigótica dominante para los tres genes con un ratón macho homocigótico
    recesivo. Indica en B la proporción de ratones (macho y hembra) con pelaje blanco, amarillo o marrón y en C
    que esperarías obtener al cruzar un ratón hembra obtenida del cruce anterior con un macho aamms?

  12. Salve a tutti, sto preparando l’esame di genetica umana, vorrei sapere come si risolve il seguente esercizio: una coppia ha 4 figli di cui 1 affetto da una malattia autosomica recessiva che ha penetranza del 50%. Qual è la probabilità che la coppia abbia un altro figlio affetto dalla stessa malattia?
    Ringrazio anticipatamente

  13. Ciao! Mi chiedevo se fosse possibile avere chiarimenti circa lo svolgimento di un esercizio di mappatura genica. Il testo è il seguente: in drosophila i geni legati al sesso cut(ct), lozenge(z) e forked(f) sono collocati alle seguenti distanze di mappa: cutlz=7,7 u.m. E lzf=29,0 u.m.
    Assumendo che vi sia una interferenza pari a 0,4, quali sono le frequenze dei genotipi previsti su 1000 moscerini derivati da un incrocio ct lz f/+++ X ct lz f/Y
    Grazie mille in anticipo!

  14. Ciao,
    mi è capitato tra le mani questo esercizio.
    La progenie attesa del reincrocio AaBbCc x AaBbCc è la seguente:
    abc 211
    ABC 209
    aBc 282
    AbC 208
    Quali di questi geni sono concatenati?
    a) I tre geni sono indipendenti;
    b) AB e C sono concatenati;
    c) A e B sono concatenati, mentre C è indipendente;
    d) B e C sono concatenati, mentre A è indipendente.
    Io ho sviluppato l’esercizio presupponendo che fossero indipendenti, in quanto i dati non si differenziato particolarmente tra loro (tranne “aBc”), concezione che mi è stata confermata anche con la formula del Chi-quadro. Ma nonostante questo la Prof.ssa l’ha segnato come risposta sbagliata.
    Che ragionamento devo utilizzare per svolgere questo problema?. Vi prego, aiutatemiii .

    P.S.: avete creato un bellissimo sito. Complimenti .

  15. Salve a tutti, sono alle prese con l’esame di genetica agraria e il prof. mi ha detto che se non riesco a fare quest’esercizio l’esame non lo supero.
    Da un incrocio fra un eterozigote AaBbCcDd ed un omozigote recessivo aabbccdd si ottengono 1000 progenie con i seguenti fenotipi:
    aBCD=42
    Abcd=43
    ABCd=140
    abcD=145
    aBcD=6
    AbCd=9
    ABcd=305
    abCD=310

    a) Quali sono le distanze di mappa fra i geni considerati ?

    b) Disegnare una mappa di associazione dei geni associati mostrando il loro ordine e le distanze che li dividono in unità di mappa

    c) Calcolare il coefficiente di interferenza se diverso da zero

    Grazie in anticipo per il tempo che dedicherete a svolgere l’esercizio

  16. Buongiorno a tutti, scusate ma in questo periodo sono oberato di lavoro non riesco ad aiutarvi con gli esercizi, se qualcuno di voi se la sente di aiutare i colleghi commentate pure qui sotto!

    Scusate ancora.
    Marco.

  17. ciao! ho un problema su come si possa risolvere questo esercizio:
    date le frequenze alleliche:
    F (A)= 0,6
    F (a)= 0,4
    F (B)=0,8
    F (b)=0,2
    com’è possibile determinare se i loci A e B sono in linkage disequilibrium?
    grazie mille

  18. Ciao a tutti,
    non riesco a risolvere questo esercizio di genetica, mi potreste aiutare? Grazie 😉
    se una popolazione e in equilibrio di Hardy-Weinberg per un raro allele del gruppo sanguigno O (recessivo), qual e la frequenza dell allele se si conosce che gli individui col gruppo 0 sono lo 0.25%

  19. buongiorno io non riesco a risolvere questo esercizio .
    una cellula in G1 dell’interfase possiede 8 cromosomi . quanti cromosomi e molecole di DNA possiedono le cellule nelle seguenti fasi :
    – G2
    – profase mitosi
    -anafase mitosi
    – metafase mitosi
    – telofase mitosi
    – dopo citocinesi successiva alla mitosi
    – anafase 1 meiosi
    -metafase 1 meiosi
    -telofase 1 meiosi
    -profase 1 meiosi
    -profase meiosi 2
    – anafase meiosi 2
    – telofase meiosi 2
    – metafase meiosi 2
    – dopo citocinesi meiosi 2
    grazie mille a chi sa darmi i risultati

  20. Ciao, sto preparando l’esame di genetica mendeliana, e vorrei sapere se potevate aiutarmi con questi esercizi:
    1- nelle piante di pisello il carattere baccello semplice è dominante sul baccello concamerato mentre il carattere seme liscio è dominante sul carattere seme rugoso. In un incrocio tra piante parentali di genotipo e fenotipo ignoto si ottiene: 3/8 semplice liscio, 3/8 semplice rugoso, 1/8 concamerato liscio, 1/8 concamerato rugoso. Determina genotipo e fenotipo dei genitori.
    2- L’incrocio tra polli a piumaggio bianco e genotipo sconosciuto produce 135 pulcini bianchi e 25 colorati. descrivi genotipo dei genitori e della progenie dopo aver dimostrato con il test del Chi-quadro che si tratta di soppressione dominante.
    Grazie mille in anticipo.

    • Ciao Melissa scusa per il ritardo nella risposta intanto, colgo l’occasione per farti il mio personale in bocca al lupo per l’esame! Primo Esercizio: il trucco sta nel considerare i caratteri SEPARATAMENTE, partiamo dal carattere seme liscio > seme rugoso. hai il 50% semi lisci (3/8 + 1/8) e 50% semi rugosi (3/8 + 1/8 anche qua). cosa può voler dire? che una delle due piante è eterozigote per quel carattere mentre l’altre è necessariamente omozigote recessiva. Chiaro fin qui? Per quanto riguarda il baccello la situazione è diversa, hai 3/4 baccelli semplici (3/8 + 3/8) e il restante 1/4 baccelli concamerati. in questo caso l’unica possibilità è che entrambe le piante qui sono ETEROZIGOTI per il carattere. Quindi nominato A il gene per il seme e B per il baccello, le due piante saranno:

      Aa Bb X aa Bb

      Esercizio 2
      L’ipotesi di partenza è che entrambi i polli siano eterozigoti per il gene (che chiamiamo A) per il piumaggio
      Aa X Aa ci aspettiamo 3/4 bianchi e 1/4 recessivi colorati

      su 160 individui 120 ci aspettiamo che siano bianchi e i restanti 40 colorati

      applicando il chi-quadro (O-E)^2 / E otteniamo un punteggio per entrambe le classi pari a 1.875 + 1.875 = 3.75 Sulla tabella del chi quadro (sul tuo testo ce n’è una, consulta quella) vediamo che il valore si trova fra il 0,10 e 0.05, e ciò significa che il discostamento dai valori attesi non è attribuibile al caso ma deve essere intervenuto qualche altro fattore non casuale. Una delle ipotesi è la soppressione dominante, come verificare che sia effettivamente quello è non altro non ti so dire. Qualcun’altro vuole cimentarsi nell’impresa?

      Marco – Admin

  21. Buongiorno vorrei chiedere se è possibile per favore consigli sullo svolgimento di questo esercizio:Due linee pure per il colore del fiore rosso e bianco sono incrociate generando in F1 piante a fiori rossi; queste psr autofecondazione danno luogo a una progenie a fiori rossi e bianchi in rappprto e:q. Se si sceglie a caso una pianta F2 a fiori rossi, qual è la probabilità di ottenere per autofecondazione piante a fiori rosso e piante a fiore bianco?”
    Ho applicato la regola del prodotto ma non mi viene 2/3.
    RR× rr
    Rr Rr Rr RrF1
    Rr x Rr
    RR Rr Rr rr F2
    La domanda è “se si sceglie a caso una pianta F2[…]”
    RR per autofecondazione dà 4/4 fiori rossi
    ,0 rr
    Rr dà 3/4 rossi,1/4 bianchi
    rr dà 4/4 bianchi
    Moltiplico
    (3/4) ×1/4= 3/8

    Grazie mille

    • Ciao Rosa! Andiamo con ordine, F1 autofecondata da origine a 3/4 di piante a fiori rossi (2/4 eterozigoti e 1/4 omozigoti dominanti) e 1/4 di piante a fiori bianchi (omozigote recessivo). Noi stiamo andando ad analizzare SOLO le piante della F2 a fiori rossi, ossia 3/4 (il cui 66% è fatto da individui eterozigoti e il restante 33% da piante omozigoti dominanti). Ti si accende la lampadina? 2/3 di queste piante, per autofecondazione, generano piante a fiori bianchi o rossi, il restante 1/3 genera piante a fiori rossi e stop. Tutto qua, era un problema di lettura della traccia cara Rosa! In Bocca Al lupo!

  22. Salve a tutti, a breve dovrò sostenere un esame di genetica. Trovo ancora una certa difficoltà a risolve esercizi di genetica di popolazione, spero che qualcuno possa aiutarmi 🙂 ecco la traccia di una tipologia di esercizio in particolare: il gene A può esistere in 2 forme alleliche , A1 e A2, che sono codominanti. In una popolazione di 1000 individui l’allele A1 ha una frequenza del 30%. In un altra popolazione, di 2000 individui, l’allele A1 ha una frequenza del 50%. Se le due popolazioni si uniscono, in quante generazioni si raggiungerà l’equilibrio di hardy-weinberg? All’equilibrio, quale sarà la frequenza dei tre genotipi del gene A ?

  23. Salve,
    sono uno studente e sono alle prese con l’esame di genetica. Sto trovando utile il vostro eserciziario di SOS Genetica. Nonostante ciò ho un dubbio sull’esercizio numero 7 del capitolo I.
    Lo riporto testualmente:
    “Una donna con pigmentazione normale della pelle ha due sorelle affette da albinismo olocutaneo, una malattia autosomica recessiva a penetranza completa. Qual è la probabilità che lei sia portatrice sana della mutazione?”
    Nella soluzione che voi date, affermate che “i genitori della probanda sono entrambi fenotipicamente sani ma hanno due figli albini” e traete quindi la conclusione: “il che significa che sono entrambi portatori sani dell’allele dell’albinismo. a questo punto passiamo alla probanda, la quale è fenotipicamente sana.”. Ma perché?
    Non capisco dove posso ritrovare l’informazione che i genitori della probanda sono entrambi fenotipicamente sani nell’esercizio. Non può essere che uno dei genitori sia sano e l’altro malato?

    Grazie mille già da ora per la risposta e per tutto ciò che state facendo.

    • Ciao Marco,
      nelle tracce degli esercizi quello che ti viene descritto è l’evento raro, se non è specificato altrimenti devi considerare i genitori dell’individuo malato come fenotipicamente sani. Diversamente avresti letto che uno dei genitori era affetto dalla condizione.

      Saluti e in bocca al lupo con gli esami!
      Marco.

  24. Salve, avrei bisogno di aiuto in questi due esercizi :
    1) Nei gatti il colore del mantello nero è dominante su quello grigio. Una gatta nera la cui madre è grigia si accoppia con un gatto grigio. a) se questa femmina ha una figliata di 5 gattini qual è la probabilità che almeno 1 sia nero? b) qual è la probabilità che siano tutti neri o tutti grigi?
    2) Due geni si trovano sullo stesso cromosoma e distano 20 u.m. un individuo AABB è stato incrociato con un individuo aabb. La progenie è stata poi incrociata con individui aabb. se l’incrocio produce una progenie di 400 individui, quanti individui si prevedono con i seguenti genotipi?
    AaBb, Aabb, aaBb e aabb ?

  25. Ciao (: ho bisogno di un aiutino con questo esercizio:
    “Il nonno di un uomo è affetto da galattosemia, una rara malattia autosomica causata dall’incapacità di degradare il galattosio. L’uomo sposa una donna la cui sorella è affetta da galattosemia. La donna ora è incinta del loro primo figlio.”
    a)Qual’è la probabilità che questo bambino sia affetto da galattosemia?
    b)Se il primo figlio è affetto da galattosemia, qual’è la probabilità che il secondo ne sia affetto?

    Dunque per quanto riguarda il genotipo della donna, secondo me può essere 1/2 Aa e 1/4 AA poichè ha una sorella malata (aa) e quindi i suoi genitori devono essere eterozigoti. Mentre per il genotipo dell’uomo, secondo me può essere 1/2 Aa e 1/2 AA perchè uno dei suoi genitori è sicuramente portatore (essendo il nonno malato) mentre l’altro dato che l’esercizio non mi da alcuna informazione potrebbe essere sano. Non sono sicura però del mio ragionamento e non so come ad andare avanti…potete aiutarmi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment